Fondazione CARF

13 settembre, 21

Testimonianze di vita

Luis Chiva: "Il Riconoscimento Naturale della Fertilità è una proposta profondamente femminista ed ecologica".

Il prossimo incontro di riflessione CARF, che si terrà giovedì 16 settembre, avrà come relatore Luis Chiva, direttore del Dipartimento di Ginecologia della Clínica Universidad de Navarra. Chiva interverrà alla conferenza sul tema "Antropologia, affettività e salute intorno alla sessualità e alla fertilità centrata sulla persona". Inoltre, annuncerà il Simposio online gratuito sul Riconoscimento Naturale della Fertilità (NFR) che si terrà presso l'Università di Navarra dal 22 al 24 settembre, da lui diretto.

Il prossimo Riunione di riflessione CARF che si terrà giovedì 16 settembre, vedrà la partecipazione di Luis Chiva, direttore del Dipartimento di Ginecologia della Clínica Universidad de Navarra. Chiva interverrà alla conferenza sul tema "Antropologia, affettività e salute intorno alla sessualità e alla fertilità centrate sulla persona". Inoltre, annuncerà il simposio online gratuito su Riconoscimento della fertilità naturale (RNF) che si terrà presso l'Università di Navarra dal 22 al 24 settembre e che lui dirige.

In occasione di questi due eventi, CARF ha intervistato Luis Chiva per darci qualche idea sull'Incontro di riflessione e sul Simposio.

Una proposta femminista ed ecologica

Il Simposio di Pamplona affronterà lo studio della RNF da diverse prospettive scientifiche e antropologiche. Qual è l'idea centrale del Congresso?

 La prima cosa che vorrei dire è che la nostra proposta sul Riconoscimento Naturale della Fertilità è una proposta profondamente femminista, di profondo rispetto per la donna e l'individuo, ma dalla prospettiva del femminismo ecologico. L'obiettivo è migliorare e rispettare la salute delle donne.

Pertanto, il Simposio sarà diviso in tre parti (vedere il sito web), rifletterà sull'amore umano, la sessualità, la dimensione affettiva, l'educazione, l'antropologia, la conoscenza della persona e, naturalmente, le basi fisiologiche e scientifiche della RNF. Rivedremo l'intera fisiologia del ciclo mestruale della donna, per ottenere risultati efficaci e scientifici nel ritardare o cercare una gravidanza. Rivedremo il ruolo del medico nella FGR e rivedremo le diverse metodologie, anche con le nuove tecnologie dei metodi di fertilità naturale.

Il workshop mattutini sono di grande interesse. Presenteremo il programma di ricerca CUN-WOOM sull'intelligenza artificiale applicata alla RNF attraverso un'applicazione mobile. Oppure vedremo come un'ecografia aiuta a riconoscere il ciclo mestruale. L'accompagnamento delle coppie è essenziale per il riconoscimento della fertilità e per conoscere la bellezza della sessualità senza barriere, dell'amore senza limiti.

Inoltre, avremo un Una conferenza molto speciale dal titolo: "L'amore che diventa fecondo: da San Paolo VI a Papa Francesco" di Monsignor Mario Iceta Gavicagogeascoa. Arcivescovo di Burgos, ex allievo di Bidasoa e Navarra.

Nuove tecnologie 

¿Le nuove scoperte scientifiche e le nuove tecnologie sono efficaci per sapere quando una donna è fertile e quando non lo è?  

Negli ultimi anni, sono state sviluppate molte aree di ricerca nel campo del riconoscimento naturale della fertilità, grazie a una comprensione molto migliore della fisiologia e del ciclo mestruale della donna e, soprattutto, perché le nuove tecnologie, sotto forma di applicazioni mobili facili da seguire per gli utenti, permettono di sapere con grande certezza quando una donna è fertile o meno, in base anche al suo peso, alla sua età e ad altre caratteristiche specifiche. Alcune applicazioni permettono di conoscere lo stato ormonale specifico di una donna.

Dal punto di vista dei metodi naturaliEsiste un'ampia varietà che si adatta ai gusti e alle esigenze di ogni donna come un guanto su una mano. Ognuno di loro ha la capacità di riconoscere i sintomi di fertilità maggiori o minori e molti di essi si basano esclusivamente sul discernimento delle caratteristiche delle perdite vaginali. Metodo Billings, Creighton, Symptothermal, ecc.

Il riconoscimento naturale della fertilità fa parte di un modo di intendere la vita e la salute. Molte persone capiscono che questo tipo di metodologia si adatta molto meglio di un contraccettivo che altera e produce cambiamenti nel corpo, anche dal punto di vista psicologico.  

 

"Il riconoscimento naturale della fertilità fa parte di un modo di intendere la vita e la salute.

Riunione di riflessione CARF su ANTROPOLOGIA, AFFETTIVITÀ E SALUTE NELL'AREA DELLA SESSUALITÀ E DELLA FERTILITÀ CENTRATE SULLA PERSONA

In questo incontro di riflessione CARF, prima di un importante simposio internazionale, discuteremo le dimensioni antropologiche, affettive e biologiche della sessualità e della fertilità incentrate sulla persona con il dottor Luis Chiva, direttore del Dipartimento di Ginecologia della Clínica Universidad de Navarra e organizzatore del simposio.

L'educazione affettiva nelle scuole

Nelle scuole, l'informazione sulla sessualità si basa sulla prevenzione delle gravidanze ed è invasa dall'ideologia di genere. Perché quando si parla di un'altra prospettiva, oltre l'antropologia cristiana, le scuole pubbliche non ammettono questo tipo di formazione??

Questa domanda è di infinito interesse. L'educazione sessuale nelle scuole si basa sull'evitare la gravidanza e le malattie sessualmente trasmissibili. Il sesso è stato banalizzato, la parte della donazione ha smesso di esistere e il corpo è diventato un parco giochi. Il significato più profondo della sessualità non viene spiegato.

Tutta la bellezza che si cela dietro la prospettiva cristiana sulla sessualità non viene mostrata perché siamo pieni di pregiudizi e si ritiene che sia per persone con un pensiero conservatore piuttosto che liberatorio.

La bellezza della sessualità 

Penso che abbiamo un compito meraviglioso da svolgere per mostrare la bellezza di ciò che è la essenza della sessualità, inclusivo, responsabile, sicuro, senza barriere e senza limiti, perché l'amore non ha limiti. Ci permette di donarci come persone e la sessualità non può essere separata dalla responsabilità, né dal dono di sé. Quando ho una relazione sessuale, mi concedo a lei come persona, a colui con cui condivido la mia vita. Questo è il motivo per cui noi del congresso vogliamo fare una riflessione, perché l'attuale approccio alla sessualità è tremendamente povero. Nelle scuole, sia pubbliche che private, sarebbe interessante chiedere questo tipo di formazione come alternativa.

"Penso che ci aspetta un compito meraviglioso per mostrare la bellezza di quella che è l'essenza della sessualità, inclusiva, responsabile, sicura, senza barriere e senza limiti, perché l'amore non ha limiti". 

Preparazione al matrimonio

I corsi di preparazione al matrimonio parlano in modo approfondito della NFR?

Un'altra domanda molto interessante. Devo ammettere che i corsi di preparazione al matrimonio nella Chiesa cattolica sono migliorati sostanzialmente negli ultimi anni. Ma certamente, il tempo dedicato al riconoscimento naturale della fertilità è breve.

Ma a livello dei COF della diocesi, hanno aumentato il loro livello di formazione e questo è molto positivo. È anche vero che in alcuni ambiti ecclesiali lo considerano irraggiungibile e solo per le coppie eroiche. E questo è un errore.

Il valore dell'attesa

I giovani ora convivono, usano la contraccezione e poi si sposano. Il valore dell'attesa è attraente?

È di grande interesse sapere che gli studi sociologici dimostrano che l'attesa, l'attesa di fare sesso nel momento in cui si decide di dare la vita a un'altra persona, ha un valore che può tradursi in matrimoni più solidi con meno rotture. La realtà è che nel corso della vita matrimoniale e di coppia, due persone che si amano si amano, è un amore esclusivo chiamato ad essere fedele, e che l'esclusività a volte richiede la continenza. Il valore dell'attesa è una forma di formazione: aspetterò di avere rapporti con te per avere quella stabilità che permette alla vita di emergere. Può essere vissuto e ci sono molte persone che stanno pensando di viverlo e dà forza al matrimonio, soprattutto di fronte alle difficoltà.

 

 

Condividere il sorriso di Dio sulla terra.

Assegniamo la sua donazione a un sacerdote, seminarista o religioso diocesano specifico, in modo che lei possa conoscere la sua storia e pregare per lui con nome e cognome.
DONA ORA
DONA ORA