Fondazione CARF

15 Gennaio, 24

Blog

10 minuti con Gesù

Perché consigliamo di ascoltare 10 minuti con Gesù ogni giorno?

Un passo del Vangelo, un'idea, un aneddoto e un sacerdote che parla a lei e parla al Signore invitandola a condividere la sua intimità con Dio. Un modo pratico e accessibile per mantenere una vita spirituale attiva e nutrire la sua relazione con Dio, anche nel mezzo di una vita frenetica.

I 10 minuti con Gesù (10mcJ) hanno un obiettivo: portare la vita di Cristo agli ascoltatori. Mostrare la bellezza della vita di Gesù, la sua dottrina e le sue virtù, e servire da 'altoparlante' per toccare il cuore delle persone e avvicinarle a Dio.

Inoltre, 10 minuti con Gesù ha deciso che le donazioni fatte attraverso il suo canale YouTube contribuiranno alle borse di studio finanziate dalla Fondazione CARF per i sacerdoti diocesani, i seminaristi e i religiosi e le religiose che servono la Chiesa in tutto il mondo.

Come posso fare una donazione su YouTube? Il Super grazie

Recentemente YouTube ha attivato la possibilità di inserire donazioni attraverso un pulsante chiamato Super grazieche permette ai creatori di contenuti di guadagnare e di interagire con gli utenti che vogliono mostrare loro un maggiore apprezzamento per i loro contenuti rispetto al semplice Come o Me gusta, che tutti conosciamo.

In ogni video di 10 minuti con Gesù, apparirà un pulsante di ringraziamento. Cliccando su di esso si apre l'opzione di donare diversi importi.

10 minuti con Gesù 2

Cosa sono 10 minuti con Gesù?

Questo contenuto, chiamato 10 minuti con Gesù, include audio registrati da sacerdoti con l'obiettivo di aiutare a pregare. Il progetto è nato nel 2018, su suggerimento di Maria Feria, madre e insegnante. In vista delle vacanze estive, María ha proposto al cappellano della sua scuola di registrare brevi discorsi spirituali per condividerli durante le vacanze con i suoi figli e i giovani intorno a lei.

Su insistenza della madre, Don José María García de Castro, sacerdote incardinato nella Prelatura dell'Opus Dei, ha accettato. Ha creato un primo audio, utilizzando il proprio telefono cellulare e un linguaggio semplice e accessibile. 

In quella prima occasione, Don José María pensò di parlare delle cose di tutti i giorni e di come avvicinare il Vangelo alla vita quotidiana. In particolare, raccontò il contenuto di una lettera inviatagli da un ragazzo che aveva collaborato con le suore di Madre Teresa di Calcutta in una casa per bambini a Nairobi, in Kenya. 

Nella lettera, il giovane ha raccontato al sacerdote, tra le altre cose, uno dei momenti che più lo hanno segnato durante il suo soggiorno in Africa. In particolare, quando una Suora della Carità gli chiese di tenere in braccio un bambino che non smetteva di piangere e lo invitò a dargli un po' di affetto.

Il giovane si bloccò perché il bambino era così caldo per la febbre, ma le parole della suora lo rassicurarono. Cominciò a coccolare il piccolo, ad accarezzarlo, a sorridergli, a dargli dei baci. Il bambino smise di piagnucolare e sorrise. Pochi secondi dopo, si addormentò. Tuttavia, la studentessa universitaria notò che il bambino non respirava e chiamò la Suora della Carità, che confermò la sua morte. 

"Sapeva che il bambino stava morendo e guardandomi negli occhi mi ha detto: è morto tra le tue braccia e tu hai anticipato di qualche secondo l'Amore che Dio gli darà per l'eternità", ha detto il giovane nella lettera che ha ispirato Don José María a parlare in quel primo audio su come ogni persona nella sua vita quotidiana può far progredire quel Paradiso, evitando discussioni in casa, sorridendo ai propri cari o essendo gentile con gli altri. 

I figli di Maria Feria si sono collegati al messaggio. Il sacerdote ha registrato un secondo audio e un terzo e poi molti altri.

10 minuti con Gesù continuano a crescere

Don José María contattò altri sacerdoti suoi amici per unirsi a questo entusiasmante progetto. Così è stato creato il primo gruppo WhatsApp e le persone di tutto il mondo hanno iniziato a partecipare come ascoltatori a questa iniziativa. Alla fine dell'estate del 2018, migliaia di persone ricevevano questi audio ogni giorno. I sacerdoti hanno deciso di continuare a registrare 10 minuti fino ad oggi.

Attualmente il team di 10 minuti con Gesù è in tutto il mondo. Non si conoscono, ma sono uniti da Internet e dall'amore per Gesù Cristo.

Oggi, 10 minuti con Gesù è diventato un fenomeno di massa. Ciò è dovuto alla sua capacità di adattarsi alle esigenze e agli stili di vita delle persone. Offre un comodo accesso alla spiritualità e alla riflessione in un mondo pieno di impegni. Aggiunge un'immensa varietà di canali per soddisfare un pubblico molto eterogeneo. Ed è diventato uno strumento prezioso per coloro che cercano di rafforzare la propria vita spirituale nel mezzo della vita quotidiana.

"Noi sacerdoti parliamo in modo molto strano e non vogliamo cadere in questa situazione; qui parliamo in modo chiaro e per essere compresi".

Javier Sánchez-Cervera, parroco di San Sebastián de los Reyes.
Può ascoltare 10mcJ in diverse lingue

I 10 minuti con Gesù hanno un Canale YouTube, dove ha la possibilità di godere dei contenuti. Il canale ha più di 147.000 abbonati e offre l'accesso a tutti i contenuti. Qui può trovare gli audio tradotti in inglese, portoghese, francese e tedesco.

"Nonostante tutte le difficoltà, il mondo ha 400.000 sacerdoti che adorano il Signore e si dedicano a Lui, servendo tutte le anime indipendentemente dal loro credo. E quale modo migliore per aiutare la formazione dei sacerdoti diocesani e dei seminaristi, così come dei religiosi e delle religiose, di essere formati nelle università sostenute dalla Fondazione CARF".

Javier Sánchez-Cervera, parroco di San Sebastián de los Reyes.

Canali in cui può ricevere o ascoltare i 10 minuti con Gesù  

Può ascoltare 10 minuti con Gesù su un'ampia gamma di piattaforme e applicazioni. 10mcJ ha un'applicazione dedicata che può scaricare sul suo dispositivo Apple o Android. Lì potrà ascoltare direttamente gli audio. Con questo strumento 10 minuti con Gesù porta sul suo dispositivo il contenuto di oltre 700 audio, aggiornati quotidianamente e classificati per temi, età, sacerdoti e con collegamenti ad altri contenuti relativi alla meditazione del giorno.

L'APP funziona in background, gli audio possono essere ascoltati quando lo schermo è spento o quando si aprono altre applicazioni. Inoltre, le offre diverse possibilità, come l'accesso gratuito all'audio quotidiano e suggerimenti di altri audio che possono aiutarla. Le permette anche di cercare le meditazioni nel database. E fornisce l'accesso alle citazioni delle Scritture che accompagnano ogni meditazione o qualsiasi altro testo rilevante. 

D'altra parte, ha una sezione per prendere appunti personali come un diario spirituale. Inoltre, può scaricare gli audio sul suo dispositivo per ascoltarli offline.

Sono disponibili anche altri canali per non perdere i 10 minuti con Gesù. La scelta della piattaforma dipenderà dalle sue preferenze personali e dal dispositivo che utilizza.

  • Whatsapp
  • Spotify
  • Podcast di Apple
  • Google Podcast
  • Spreake
  • Telegramma
  • Podtail
  • Ivoox
  • Alexa, collega i 10 minuti con Gesù Chiedi direttamente a Lui!

"Il team di 10mcJ è attualmente disperso in tutto il mondo. Non ci conosciamo nemmeno. Siamo uniti da Internet e dall'amore di Gesù Cristo. Sacerdoti e laici provenienti da Stati Uniti, Messico, Inghilterra, Spagna, Colombia, Kenya, Filippine formano il team che rende possibile a decine di migliaia di persone in tutto il mondo di trascorrere 10 minuti al giorno in conversazione con Gesù attraverso WhatsApp, Spotify, Telegram, Instagram, YouTube, Ivoox, Apple podcast, Google Podcast in cinque lingue". 

Javier Sánchez-Cervera, parroco di San Sebastián de los Reyes.

Trova il tuo momento, pensa a te stesso come se fossi con Lui e dai il giocare.

È importante notare che i promotori di questa iniziativa offrono anche un contatto diretto con i sacerdoti. Cioè, chiunque voglia contattare uno dei sacerdoti del team 10 Minuti con Gesù può farlo compilando un modulo sul sito web. 

Condividere il sorriso di Dio sulla terra.

Assegniamo la sua donazione a un sacerdote, seminarista o religioso diocesano specifico, in modo che lei possa conoscere la sua storia e pregare per lui con nome e cognome.
DONA ORA
DONA ORA